Vicenda rifiuti di Roma: chiarezza necessaria

Vicenda rifiuti di Roma: chiarezza necessaria

Esiste un rispetto tra le istituzioni che va sempre preservato: ma va tutelato anche il rispetto della verità. E forse, nella vicenda dei rifiuti di Roma, è stato superato un limite invalicabile. Purtroppo questa spazzatura in cerca di destinazione rappresenta un problema, e non solo per Roma. Le cifre che vengono riportate dall’assessora Pinuccia Montanari non corrispondono al vero: il rapporto Ispra 2017 certifica che il costo medio dello smaltimento in Emilia-Romagna è di 116,7 euro a tonnellata, come ricorda il nostro assessore regionale Gazzolo, non certo di 200 euro.

Di fronte alle parole ingenerose di amministratori e tecnici di Roma, occorre constatare che l’Emilia-Romagna non ha bisogno di importare rifiuti speciali da altre regioni, e che se lo fa è solo per quel dovere istituzionale che, al di là del colore politico, rimane un faro del nostro agire. Roma si è sottratta a ogni contatto in queste settimane e non ha chiesto alcun preventivo al nostro gestore.

Quindi di fronte alla nostra disponibilità, amministratori e tecnici hanno risposto con un balletto di cifre e di giustificazioni surreali. Una vicenda molto spiacevole per la nostra Regione, autosufficiente sul piano della gestione dei rifiuti, che nonostante ciò non si è mai sottratta a un impegno leale verso un altro ente, per pura solidarietà istituzionale. 

Tagged with , ,