Gli incontri con i segretari del Pd

Gli incontri con i segretari del Pd

Giovedì 15 giugno con Matteo Renzi e Maurizio Martina abbiamo dato vita a uno dei primi incontri con i segretari regionali e provinciali del PD di tutte le regioni: tanti volti, tante realtà, tante sfaccettature di un partito grande.

Entrando al Nazareno, con alle spalle la vivacità del partito emiliano -che, pur con tutte le sue difficoltà, ha ancora tanti valori da trasmettere- mi sono chiesto che situazione avrei trovato. Congressi, mozioni e assemblee non sempre riescono a dare la fotografia esatta di quello che si muove a livello locale, e le diverse sensibilità e le situazioni geografiche rendono il panorama complesso. E ci sono tanti interrogativi per il futuro: i segretari vogliono capire cosa significa gestire un partito o una federazione all’alba del terzo millennio, i militanti si chiedono a cosa serva avere una rete di iscritti ai tempi del web, i più giovani di me non sanno nulla dei Ds e della Margherita e vedono il Pd come un punto di inizio, non un punto faticoso di approdo.
Ma tra tanti dubbi sul futuro, ci unisce una cosa grande: essere una importante infrastruttura politica che in tutta Italia discute, progetta, si dà da fare per rendere questo Paese migliore. Il che significa fare iniziative, parlare con la gente, spendere tempo in attività, feste e banchetti. Ma anche sentirsi responsabili, usare onestà intellettuale con le persone (vedi alla voce vaccini), dare voce al Paese onesto, al Paese migliore che vuole farcela. #avantiinsieme
PS: ci vediamo il 30 giugno e 1 luglio al Teatro Linear Ciak di Milano per l’assemblea nazionale dei segretari di circolo PD.